Google+ Followers

quarta-feira, 24 de junho de 2015

Il Museo Civico di Rovereto è uno dei più antichi Musei italiani.

Fondato nel1851, prima dell’unità d’Italia, è un’istituzione dalle molte ‘anime’, che spaziano dall’archeologia alle scienze naturali, alle arti figurative e alle nuove tecnologie. Queste anime trovano la giusta valorizzazione nell’esposizione permanente “Le collezioni. Dal Dato al Pensato”, che mette in luce la valenza – e anche la spettacolarità – delle collezioni, un patrimonio importante, sul quale poi si innestano idee, novità manifestazioni.



In esposizione, in alcuni casi per la prima volta nelle nuove sale del Museo, le collezioni paleontologiche – con interessanti fossili tra cui spiccano i calchi delle orme dinosauriane dei Lavini di Marco e un imponente scheletro di Ursus spaeleus – mineralogiche, entomologiche, malacologiche. La sezione di archeologia presenta reperti locali di epoche diverse, dal periodo neolitico alla civiltà longobarda e la collezione di oggetti della Magna Grecia donati alla sua città nel 1935 dall’archeologo Paolo Orsi. In esposizione anche le collezioni di uccelli, la più importante raccolta ornitologica regionale italiana, e quella dei mammiferi autoctoni ed esotici.

Seguendo la propria filosofia di musealizzazione diffusa e di valorizzazione del territorio, il museo accompagna i visitatori e propone attività lungo “l’itinerario della seta” a Rovereto, al giacimento paleontologico “Orme dei Dinosauri” ai Lavini di Marco, uno dei più spettacolari siti di orme dinosauriane in Europa, alla Villa romana di Isera, a Castel Corno, sia presso il Castello che nei siti preistorici vicini, al Giardino Botanico in stile rinascimentale a Brentonico e quello alpino a Folgaria, a Maso San Giuseppe e all’Antica Segheria di Terragnolo, e infine nell’area didattica Sperimentarea. Il Museo propone ogni anno eventi importanti quali la Rassegna Internazionale del Cinema Archeologico e il Festival scientifico Discovery on Film, e la web-tv sperimentarea.tv con i suoi canali tematici su Archeologia, formazione, natura e innovazione

Anche gli appassionati di robotica e nuove tecnologie trovano spazio nell’esclusivo Lego Education Centre, dove tutti possono costruire i propri robot con le più svariate funzionalità. L’istituzione roveretana è inoltre dotata di importanti strutture per la ricerca e la divulgazione in ambito astronomico: il Planetario e l’Osservatorio astronomico di Monte Zugna.


fonte: @edisonmariotti #edisonmariotti www.museocivico.rovereto.tn.it – 0464452800

Nenhum comentário:

Postar um comentário